buzzoole code

Recensione Bose QuietComfort 25, Migliori Cuffie Antirumore

Recensione Bose QuietComfort 25Bose è uno dei brand più conosciuti nel panorama audio mondiale, fondata nel 1964 da Amar G. Bose, professore di elettronica al MIT di Boston.
L’ azienda ha consolidato la propria base d’utenza nel corso del tempo, grazie a prodotti di alta qualità che hanno convinto un’ampia fetta di pubblico, anche se molti audiofili non sembrano apprezzare l’acustica delle soluzioni create dall’azienda americana.

Bose da oltre 30 anni lavora nel mondo delle cuffie antirumore, al punto da poter dire che l’azienda americana ha inventato e consolidato questo segmento.
L’offerta di cuffie a cancellazione del rumore è in aumento e ormai si trovano modelli di tutti i generi, persino dotati di connettività bluetooth.
Bose sceglie invece di attenersi alla fedeltà del cavo con le nuove Bose QuietComfort 25,nuove cuffie che sostituiscono le QuiteComfort 15 e migliorano per quanto riguarda qualità, caratteristiche e resa.

L’aggiornamento, con numerose novità, delle QuiteComfort 15, riconosciute come il miglior prodotto nel settore consumer, è stato annunciato da Bose con le novità:

  • riduzione del rumore migliorata,
  • prestazioni audio migliorate
  • nuovo look estetico
  • maggiore portabilità rispetto al modello precedente.

Le Bose QuietComfort 25 operano come le precedenti QC15 dal punto di vista tecnico: hanno microfoni all’interno e all’esterno del padiglione per rilevare e misurare in modo preciso i suoni indesiderati (ANC), i dati delle misurazioni vengono inviati a un chip che opera quasi in real-time per generare un segnale di rumore inverso facendo scomparire i suoni circostanti.

Le nuove Bose QuietComfort 25hanno un equalizzatore attivo ottimizzato che offre una risposta in frequenza più lineare sull’intero spettro acustico, indipendentemente dal livello di ascolto.

È anche presente la tecnologia TriPort, già vista su altri prodotti Bose, che offre bassi naturali, voci e timbri strumentali nitidi, anche a volumi alti, e prestazioni complessive tipiche di cuffie di dimensioni molto più grandi, mentre un rumore di fondo più basso riduce il “sibilo” comune nelle tradizionali cuffie con tecnologia di riduzione del rumore attiva.
I miglioramenti – dice Bose – possono essere ascoltati e percepiti: ogni registrazione, indipendentemente dal genere, viene riprodotta in modo più naturale, senza la distorsione o l’amplificazione di voci o strumenti.

Unboxing Bose QuietComfort 25

recensione bose quietcomfort 25, la scatola

Prima di passare alla prova vera e propria, un occhio al package e al design del prodotto è necessaria, per comprendere meglio quanto offerto con queste Bose QuietComfort 25.
Il packing è realizzato con una grafica minimal, seguendo lo stile Bose, e contiene tutte le informazioni necessarie a comprendere le caratteristiche del prodotto, purtroppo solo in lingua inglese.
All’interno troverete il libretto della garanzia, le solite avvertenze e un foglio con le istruzioni del prodotto.

Oltre alle cuffie, il contenuto della confezione comprende una custodia semirigida per il trasposto, realizzata molto bene, con un morbido tessuto vellutato che ricopre tutta la parte interna.
È presente una pila AAA (ministilo), che come vedremo è necessaria per sfruttare al massimo le potenzialità della cancellazione del rumore e un adattatore a due jack da 3,5 mm per sistemi di intrattenimento in volo, che sottolinea la vocazione per l’utilizzo in mobilità delle Bose QuietComfort 25.

contenuto_bose_qc25

Struttura ed Ergonomia

Le cuffie Bose QuietComfort 25 sono anche state rinnovate dal punto di vista stilistico rispetto al modello precedente, presentano un look moderno e minimalista con un design ergonomico.
Oltre alla versione nera e argento che abbiamo provato noi è disponibile una variante di colore bianco con i cuscinetti beige e cavo azzurro, che rende l’insieme più appariscente ed anche un’ edizione limitata speciale total black.

Anche se non è presente in Italia, Bose, fornisce anche un servizio per personalizzare al massimo le proprie QuietComfort 25 scegliendo il colore di ben otto parti che compongono la scocca del prodotto.

recensione bose quietcomfort 25, vista laterale cuffie

La coppa degli auricolari, i materiali, le angolature, lunghezza dell’arco e raggio dell’archetto, sono stati riprogettati per garantire una maggiore aderenza alla testa.
Il design dell’archetto è esclusivo di Bose ed ha due punti snodabili che permettono di adattarsi meglio alle differenti teste ma anche di ripiegarsi per essere facilmente messe nella custodia e trasportate.
Tutta la parte superiore dell’archetto è dotato di un morbido cuscinetto.

Le Bose QuietComfort 25 sono un modello di cuffie con filo, ma non è fisso, si collega al padiglione sinistro inserendolo in un apposito foro dove è presente un jack da 3.5 mm, il filo è dotato di tasto accensione e i tasti per alzare e abbassare il volume e anche di un microfono per essere utilizzato come dispositivo per rispondere alle chiamate; inoltre una novità introdotta da poco è una nuova versione con i controller del menù compatibili con Samsung e la maggior parte dei dispositivi Android oltre alla versione normale (made for iPhone).

bose quietcomfort25 cavo

Il tasto d’accensione è invece sul padiglione destro, dove s’inserisce anche la batteria ministilo (AAA). Attorno ai padiglioni ci sono i fori dove si nascondono i microfoni (due in totale) per il sistema di riduzione del rumore.
I cuscinetti sono realizzati in pelle sintetica, mentre i padiglioni includono un rivestimento protettivo morbido in TPE e un meccanismo pieghevole in zinco fuso.

bose_qc25_padiglioni

Le Bose Quietcomfort 25 sono interamente in plastica, ma tuttavia sono completamente prive di cedimenti e scricchiolii vari, quindi la qualità percepita è comunque molto elevata.
Sono molto leggere (205 grammi) ed essendo flessibili (si allargano di molto) si adattano facilmente ad ogni testa, anche per chi come me porta gli occhiali da vista non danno nessun tipo di fastidio.
Essendo di tipo Over Ear, il padiglione auricolare circonda completamente le orecchie, andandosi ad appoggiare sul capo e creando così un ambiente chiuso dalla minima dispersione.

Cancellazione del Rumore

Come abbiamo già detto, le Bose QuietComfort 25 sono delle cuffie Over Ear chiuse, quindi meccanicamente isolano già a sufficienza, in più offrono anche la cancellazione attiva del rumore.
In sostanza campionano l’audio dell’ambiente circostante, ne invertono la fase e lo rimandano alle nostre orecchie con l’obiettivo di “annullarlo”.

Questo tipo di sistema (ormai ampiamente rodato) funziona molto bene con le frequenze basse, più lente, ma è meno efficace con quelle alte e veloci.
In sostanza cancella completamente il brusio della città ma sentiamo comunque un allarme o un clacson di una macchina (ma in misura attenuata).

Non sono particolarmente indicate se siamo in movimento in un ambiente urbano, dove è meglio avere occhi e orecchie sempre aperti, ma possono fare la differenza in treno, in aereo e persino a casa.
Se si indossano e si accendono, senza sentire musica, si ha l’impressione di essere catapultati in una camera anecoica.
Va comunque detto che se l’ambiente è molto silenzioso si può avvertire – per assurdo – un leggero rumore di fondo, introdotto proprio dal microfono e dall’audio in controfase mandato in cuffia.

Non è propriamente un difetto, quanto una “caratteristica” della cancellazione attiva del rumore. Generalmente questo tipo di cuffie non sono amate dagli audiofili, in quanto vanno comunque ad elaborare artificilamente il suono.

Test delle Bose QuietComfort25

Trattandosi di cuffie a cancellazione attiva del rumore partiamo innanzitutto dal parlare di questa caratteristica.
Quando si utilizza un sistema di cancellazione del rumore, a seconda del produttore, si può andare incontro ad una sensazione di “pressione” sull’orecchio oppure ad un fruscio di fondo costante.
Il primo caso è preferibile e dopo qualche tempo ci si abitua alla sensazione che, all’inizio e se non si ha mai usato cuffie del genere, è certamente spiazzante.

Con le QuietComfort 25, Bose è comunque riuscita a ridurre al minimo la sensazione di pressione rispetto sia alle QC15 che ad altri modelli, tutto a vantaggio del comfort di ascolto.

bose_quietcomfort25_con_custodia

Passando all’analisi del sound, le Bose QuietComfort 25 restituiscono un’ascolto di buon livello: il suono è chiaro e cristallino e i bassi non sono mai troppo enfatizzati come altri tipi di cuffie (Beats Studio2.0) ma ben miscelati con il resto della scena sonora.
Parlando di audio è vero che si possono stabilire degli standard, ma è una cosa molto soggettiva: c’è chi preferisce un sound equilibrato e chi invece piacciono i bassi più carichi e predominanti.

Queste cuffie Bose si posizionano nella prima casistica e propongono una firma sonora che ha convinto e convince da sempre molti ascoltatori.
Gusti a parte e considerando che l’essere dotate di noise cancelling non ci permette di spingerci troppo in discorsi da audiofili, le Bose QuietComfort 25 si sono dimostrate un buon prodotto, in grado di riprodurre bene e fedelmente molti generi musicali (oltre a film e video) e di dare il massimo con le tracce dove più strumenti si accavallano, dando ad ognuno e ad ogni frequenza il giusto spazio.

Ovviamente, la sorgente audio utilizzata cambia, e non poco, il risultato finale: collegando le cuffie ad un amplificatore e avviando una traccia FLAC loseless, la resa migliora ulteriormente, con un suono ancora più ricco di dettagli.

Ottima anche la spazialità dell’audio stereo, mentre durante la visione di film l’esperienza in questo campo di Bose viene a galla, regalando un sound molto avvolgente, anche senza la presenza del 7.1, un formato sempre più spesso utilizzato per le cuffie dedicate espressamente alla visione di film.
Comunque fate attenzione alla qualità delle vostre tracce audio: le Bose QuiteComfort 25 vanno molto bene con file audio da 320 Kbps ma scendendo al di sotto dei 256 Kbps porta questo modello ad evidenziare inevitabilmente i difetti della compressione.

Per quanto riguarda l’uso con lo Smartphone e le chiamate telefoniche, al momento non ho riscontrato difetti, anche se devo ammettere che a non tutti piaceranno, principalmente perché sentirete molto poco la vostra voce, quindi si avrà un leggero senso di disorientamento e si tenderà ad alzare un po’ troppo la voce.
In questo caso, vi suggerisco di spegnere il sistema di cancellazione del rumore delle Bose QuietComfort 25 in modo da migliorare la percezione spaziale.

Autonomia

Per far funzionare la cancellazione del rumore è necessaria l’elettricità, per cui le cuffie hanno una batteria.
Nelle cuffie Bose QuietComfort 25 c’è uno sportellino nel padiglione destro in cui si infila una normalissima pila ministilo.
Ce n’è una fornita in dotazione ma ovviamente è scomodo dover sempre comprare batterie di continuo, per cui consiglio di acquistare delle Ministilo Ricaricabili.

Sempre sul padiglione destro c’è il tasto on/off di accensione, vicino al quale si illumina un piccolo LED verde per segnalare lo stato di attività.
L’autonomia dichiarata con una batteria AAA è di 35 ore, anche se ovviamente dipende anche dal volume di riproduzione.
Io ne ho fatte circa 28 con una batteria ricaricabile Varta, che comunque ritengo un risultato abbastanza soddisfacente (quando il led da verde fisso diventa lampeggiante vuol dire che sono rimaste meno di 4 ore di autonomia della batteria).

Inoltre, quando finisce la batteria le Bose QuietComfort 25 funzionano lo stesso, anche se senza cancellazione del rumore e con un netto calo di qualità/potenza.

Conclusioni

Le Bose QuietComfort 25 sono un ottima scelta per chi cerca una cuffia a cancellazione di rumore di buona qualità. Impressionante la realizzazione che, oltre a proporre dei materiali di qualità, riesce nell’arduo compito di offrire uno dei miglior comfort mai provati con delle cuffie, al punto da indossarle per ore senza il minimo fastidio.

Ottime le prestazioni nella cancellazione del rumore e più che buone per quanto riguarda il sound (a patto di utilizzare sorgenti di qualità).
Apprezzabile l’introduzione del funzionamento anche senza batteria, nonostante la qualità audio cali drasticamente.
Forse questo è uno dei pochi difetti delle Bose QuietComfort 25, insieme ai comandi sul filo posizionati secondo me troppo in alto (qualche centimetro più in basso avrebbe migliorato di molto la comodità) e al prezzo (299€ su Amazon)considerando che altri brand propongono cuffie bluetooth a cancellazione di rumore a cifre simili e cablate a prezzi inferiori, da segnalare anche una nuova versione delle Bose QuietComfort 25 Compatibili Android,il cui cavo funziona con la maggior parte degli Smartphone con sistema operativo ideato da Google.

Ovviamente, se state cercando delle cuffie Hi-Fi, le Bose QuietComfort 25 non sono la soluzione ideale, visto che l’equalizzazione proposta da Bose e il noise cancelling tolgono qualcosa in termini di purezza del suono.
In questo senso, chi è in cerca di questa caratteristica dovrebbe orientarsi verso altri modelli.
Bisogna però dire che queste Bose QuietComfort 25 hanno come obiettivo primario quello dell’attenuazione dei rumori ambientali, e in questo campo hanno davvero pochi rivali!

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).