buzzoole code

Le prime indiscrezioni su Ubuntu 10.04 Lucid Lynx

ubuntu_logo

Come di consueto a distanza di 6 mesi dal rilascio di Ubuntu 9.10 verrà rilasciata Ubuntu 9.10 nome in codice “Lucid Lynx” (Lince lucida).

Questo rilascio sarà LTS, long time support, quindi saranno disponibili rilasci per 4 anni (anzichè 2) quindi si presuppone che non sia un rilascio che introduce nuove funzionalità, ma stabilità al sistema operativo linux. In giro per il web già scattano le prime guerre efferatissime, perchè?

  • Gimp non sarà più rilasciato insieme ad Ubuntu;
  • F-Spot, il visualizzatore di foto, invece verrà mantenuto;
  • Non si utilizzerà il nuovissimo Gnome 3;
  • Verrà introdotto un’editor video: PiTiVi;

Analizziamo punto per punto queste scelte.

Gimp? Troppo complesso

Gimp è il “Photoshop open-source”, permette complesse manipolazione di immagini, correzioni, effetti, disegno… .
Insomma è un’editor di immagini molto avanzato, secondo il team di ubuntu è FIN TROPPO avanzato per l’utente medio.

Ma è proprio così? Si, effettivamente Gimp non è semplicissimo da utilizzare, ma credo che qualsiasi utente prima o poi si ritroverà a dover modificare un’immagine scattata con la propria digitale e, se non si dispone di un software abbastanza potente, i risultati sarebbero a dir poco scadenti.

Cambiamo prospettiva: il nuovo utente installa Ubuntu e si presuppone che quest’ultimo non sia in grado di utilizzare il gestore pacchetti e che non conosca “The Gimp”, ragion per cui si ritrova senza un valido editor di foto.

Conseguenza? Io non userò mai Linux perché non mette a disposizione un valido editor di immagini e se ne torna a Windows.
L’ utente medio si comporta così, c’è poco da fare, non si scomoda nemmeno di fare una ricerca su Google perché Ubuntu lo mette in un naturale disagio dal quale è difficile muoversi.

F-Spot

Questo gestore di foto non mi ha mai ispirato fiducia.
Preferivo il vecchio visualizzatore proprio perché F-Spot è troppo pesante ad essere avviato e costringe l’utente a “gestire” le proprie foto per data (e se non ha settato la data nella macchina fotografica?
Deve modificare il tag della foto…uhmm…) .
Sicuramente un tool molto potente, se saputo utilizzare, ma anche questo, come Gimp, è troppo complesso: deve soltanto mostrare delle foto!

Gnome 3

Il rilascio del nuovo Gnome è attesissimo, integrato il nuovo Gnome Shell, ripulite le librerie grafiche e rese non retrocompatibili (gtk 3), possibilità di visualizzare il file system tramite ordinamento temporale (journaling), insomma un vero e proprio stravolgimento.

Ma non vi preoccupate, Gnome 3 verrà rilasciato probabilmente nella 10.10 perché Ubuntu, come si sa, non rilascia immediatamente i nuovi Desktop Environments: aspetta che questi siano davvero stabili (vedi KDE 4).

PiTiVi – L’editor video

Dopo anni e anni di affanni, critiche, da parte degli amanti di Windows Movie Maker e della sua semplicità di utilizzo, arriva un’editor video che possa fare concorrenza al “Video Editor” di casa Microsoft.

Semplice, semplice più che mai, ma potente: è compatibile con qualsiasi tipo di flusso video

  • flv
  • divx
  • ogg
  • mpeg2
  • xvid

e, ovviamente con qualsiasi flusso audio:

  • mp3
  • mp2
  • wav
  • ogg
  • ac3

Proprio perché il motore su cui si basa (gstreamer) è capace di codificare/decodificare qualsiasi flusso multimediale, attualmente PiTiVi è molto “scarno”, ma ha tutte le potenzialità per poter raggiungere le potenzialità sopra descritte, e sono certo che la raggiungerà entro la 10.04 proprio perché sarà rilasciato insieme ad Ubuntu come programma Ufficiale.

Che altro ci si aspetta da Ubuntu 10.04? Le solite cose:

  • Maggiore stabilità;
  • Maggiore semplicità di utilizzo;
  • Ancora una volta tempo di boot minimizzato;
  • Dei nuovi temi (come ogni release);
  • Miglior supporto hardware;

Cosa non ci aspetteremmo mai da Ubuntu

Si, Xubuntu è diventato troppo pesante (incredibile ma vero, ci sono computer in cui risulta pesante). Allora? Allora Ubuntu deve essere aperto a tutti: LUBUNTU, basato sul leggerissimo LXDE potrà girare su computer della seconda metà degli anni 90.
Ripescate il vostro vecchio computer dal garage, montategli una scheda Ethernet PCI o una Wireless USB e utilizzatelo come “piattaforma di accesso ad internet”.

Lubuntu doveva essere rilasciato con la 9.10 ma, a quanto pare, non era ancora pronto a sfidare il mondo degli utenti finali, ed il rilascio è stato posticipato!
In attesa di buone nuove, vi lascio con la curiosità di cercare conferme o smentite a questo articolo…per un proficuo scambio di informazioni!!!

Ecco la Roadmap Ubuntu 10.04

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).