buzzoole code

Nuovo Hard Disk Interno, Guida alla Configurazione

installazione e configurazione hard disk InternoOggi vediamo come configurare un nuovo hard disk interno sul nostro computer con Windows.
Non appena abbiamo finito di collegare il nostro nuovo disco rigido al PC, dobbiamo prepararlo al fine di renderlo utilizzabile con il nostro computer.

Ciò significa rendere il nuovo “volume” disponibile per essere usato, dobbiamo per cui scegliere una lettera per la nuova unità, dobbiamo formattarlo, ed infine utilizzarlo.
Vediamo questa procedura passo per passo.

Installare e Configurare un nuovo hard disk interno

andiamo a prendere tutte le icone del pannello di controllo di WindowsIl primo passo da fare, dopo aver montato fisicamente il disco nel nostro computer, è quello di andare sul pannello di controllo e di entrare negli strumenti di amministrazione del sistema.
Nel caso in cui tale azione non fosse disponibile, facendo clic sulla freccia in basso a fianco a pannello di controllo, sceglieremo l’opzione “tutti gli elementi del pannello di controllo“.

Gli strumenti di amministrazione del sistema

2-strumenti-di-amministrazione1
A questo punto cerchiamo “strumenti di amministrazione“.
Facciamo clic ed entriamo all’interno di una nuova finestra dove sono elencati i vari strumenti che permettono di settare le impostazioni amministrative del computer.
A noi interessa però la voce “gestione computer“.

Gestione computer – gestione del disco

selezionare gestione computer all'interno degli strumenti di amministrazione di Windows

gestione computer - archiviazione - gestione disco
All’interno di gestione computer possiamo, tra le altre cose, gestire i dischi, che è proprio quanto ci interessa.
Una volta all’interno di gestione computer, abbiamo sull’area di sinistra una serie di opzioni, andiamo a scegliere “archiviazione” quindi “gestione disco“.

Scegliere MBR o GPT?

inizializzare il disco e scegliere tra MBR o GUID

Se abbiamo superato i 2 TB all’interno del nostro computer si aprirà una nuova finestra intitolata “inizializza disco.
Altrimenti possiamo andare direttamente al punto successivo, torniamo alla nostra finestra di inizializzazione del disco e all’interno di questa finestra ci verrà chiesto di scegliere uno stile di partizione per il nuovo disco.
Abbiamo a disposizione due stili di partizione diversi: il primo è MBR, acronimo di Master Boot Record, mentre secondo è GPT, ovvero GUID Partition Table.

Quale delle due opzioni scegliere?

Nel primo caso, quella con MBR, permette di far coesistere quattro partizioni primarie, con dimensione massima di 2 TB.
Nel secondo caso abbiamo nostra disposizione uno standard che invece permette la creazione quasi illimitata di nuove partizioni.

Ogni partizione potrà avere dimensioni immense (si parla di Zettabyte, ovvero 1 miliardo di terabyte), anche se Windows al momento limita a 256 TB ogni partizione, e a 128 il numero massimo di partizioni.
Non è tutto oro ciò che luccica: nel caso in cui scegliamo questa seconda opzione, bisogna tener conto che non sarà possibile utilizzare il disco per l’avvio, ma solo per il salvataggio dei nostri dati.

Avremo a disposizione comunque la creazione di un MBR di protezione, il quale prenderà il disco identificabile da strumenti che non sopportano questa nuova modalità.

Nel mio caso ho scelto di utilizzare la GPT, in quanto non ho necessità di utilizzare il disco su altre versioni di Windows.
Nell’indecisione vi consiglierei di utilizzare la struttura MBR.

avviare il wizard per la creazione di un nuovo volume semplice all'interno di gestione dispositivi

Arrivati a questo punto troviamo all’interno della finestra centrale un nuovo disco non allocato, lo riconosciamo visto che la striscia identificativa del volume è nera.
Facciamo clic con il tasto destro e scegliamo “Nuovo volume semplice…“.
Si aprirà la creazione guidata di un nuovo volume semplice.
Semplicemente facendo click su avanti come mostrato negli screenshot seguenti potremo configurare il nuovo disco.

Al terzo passaggio sarà poi possibile assegnare alla nuova unità una lettera in particolare.
Ad esempio io ho scelto Z, infine non ci rimane che formattare il nuovo disco, e al termine dell’operazione iniziare ad utilizzarlo.

Questa è la prima finestra per la procedura guidata di creazione di un nuovo volume semplice, in maniera molto intuitiva ci permetterà di inizializzare il nostro nuovo hard disk.

procedura guidata per la creazione di un nuovo volume semplice su Windows sette
Il secondo passaggio ci permetterà di specificare le dimensioni del volume.
Il limite massimo è chiaramente quello fisico del disco, mentre il limite minimo è di soli 8Mb.
Le dimensioni del nuovo volume specificate procedura guidata
Ci viene chiesto di scegliere una lettera per la nostra unità.
Quando apriremo “Risorse del computer” il nuovo volume sarà contrassegnato dalla lettera che scegliamo in questo passaggio.
assegnare lettera nuovo hard disk interno

Questo è il penultimo passaggio: dobbiamo formattare il volume, scegliere il file system (consiglio NTFS) e se necessario date un’etichetta alla nuova unità.

Non è necessario scegliere di eseguire una formattazione completa, per motivi pratici, visto che porterebbe via diverso tempo.

formattazione nuovo hard disk interno

A questo punto sarà sufficiente cliccare su fine e quindi aspettare qualche istante affinché il computer termini la formattazione, quindi il disco sarà pronto per essere utilizzato!

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).
  • Capperimiei

    grazie mille, sei un boss!!

  • Silvia Vallese

    Grazie! Sono stata assalita da mille dubbi, questa guida è stata utilissima!

  • di niente Marco , grazie a te per la visita e spero che ritorni a trovarci , ciao !!!

  • grazie a te per la visita ,spero che ritorni a trovarci , ciao .

  • grazie a te per la visita , se ti serve altro aiuto basta che ci contatti , spero che ritorni presto visitarci , per rimanere informata su tutte le nostre guide iscriviti al feed RSS: http://www.zoomingin.net/feed , ciao

  • Ask

    grazie mille,
    ho comprato questo hd ieri e grazie alla tua guida in due minuti ho risolto!

  • Grazie a te per la visita , spero che ritorni presto visitarci !
    per rimanere informato su tutte le nostre guide iscriviti al feed RSS: http://www.zoomingin.net/feed , ciao

  • Dardo999

    Grazie mille, siete stati utilissimi e di grande aiuto ^^

    Pascal

  • Stillevolke

    Grazie mille sei stato molto chiaro …
    ho solo una domanda da porti : è normale che su un HD da 1T quando ho fatto l’inizializzazione mi riconosce solamente 930G e gli altri 70G li ho persi? Non sono un pò troppi? Di solito quantè che si perde su un volume di 1T? Stillevolke@hotmail.it

  • ciao , è perfettamente normale , perché l’ hard disk non è esattamente 1 TB (perché sarebbero 1024 GB ) , ma i produttori con 1 TB indicano 1000 GB (quindi come prima cosa devi fare 1000/1024) poi devi anche considerare lo spazio necessario al file system quindi non sono persi i 70 GB ma riservati al sistema (se vedi nella nostra guida l’hard disk da 2 TB ha disponibile “solo” 1862.69 GB che è il doppio del tuo 930 GB per 1 TB) .

  • imbonico

    Grazie mille. Mi hai levato da un impiccio

  • Gn418

    Utilissima Giuda, formidabile, Grazie Infinite.

  • Tonynfs86

    grazie di cuore :D
    non riuscivo a trovare la “classica” gestione disco sul nuovo windows ed ero in panico xD
    incredibile poi la coincidenza quando ho visto la foto… è lo stessissimo e identico hd !! da panico xD

  • Andrea

    Ho un acer predator 3610 i7 con un HD da 2 Tb, vorrei aggiungere tramite lo slot anteriore un HD sata da 250Gb per eventuali backup, ho settato il bios in modalità SATA AHCI ma non riesco a far vedere a Win7 il nuovo HD.
    Se lo introduco a sistema spento, il bios lo riconosce ma quando win7 comincia a caricare, si blocca.
    se introduco l’HD a “caldo” con il sistema operativo acceso, non viene riconosciuto, come se non esistesse.
    L’HD se lo collego con un case esterno alla usb viene riconosciuto e coì facendo lo ho formattato , ma continua a non essere riconosciuto quando lo metto nello slot anteriore.
    Grazie per l’eventuale aiuto e chiarimenti
    Andrea

  • devi settare anche il jumper che si trova dietro l’hard disk (sono qui piedini che stanno di fianco al cavo sata o di alimentazione) solitamente se è un hard disk secondario và impostato su slave (per impostarlo solitamente c’è una figura sull’hard disk che dice quali piedini collegare con il jumper).

  • Mario

    Complimenti per la guida.