buzzoole code

Aste Giudiziarie Online, Finalmente come Ebay

Le aste giudiziarie online oramai sono diventate realtà, grazie al Tribunale di Milano pioniere dell’iniziativa in Italia.
La novità  rispetto al passato, è che per la prima volta più di 60 automobili provenienti da un’ azienda fallita sono state aggiudicate tramite una vera e propria asta online – simile in ogni aspetto a quanto avviene su Ebay.

Tribunale-Milano

Basta accedere la sito del Tribunale di Milano o, ancora meglio al suo gestore di aste online Sivag per visionare i beni e le rispettive caratteristiche tecniche delle aste on-line.
Nella sezione “Vendite online”, dopo aver creato il proprio profilo utente si può procedere con le offerte – a patto di versare una cauzione tramite bonifico o carta di credito (questo perché l’offerta è vincolata all’ acquisto del bene per cui si è effettuata l’offerta).

Per tutta la durata dell’asta si può rilanciare; se non si vince la cauzione ovviamente viene restituita.
Pierluigi Perrotti è il primo giudice fallimentare ad aver sfruttato questa possibilità, grazie ad un’ordinanza studiata per l’occasione. In futuro i beni di altri fallimenti potranno seguire la medesima strada, agevolando i partecipanti alle aste e incrementando nettamente la trasparenza dell’intera operazione.

A titolo di esempio, le ultime  asta online vantavano una Cadillac CTS 36V6 sport luxury base d’asta 18.400 euro (listino 44000€) e una Jeep New Cherokee 2.8 Limited base d’asta 17.700€ (listino 34mila euro) – entrambe nuove ed ancora da immatricolare.

Bisogna ricordare anche che nel prezzo di aggiudicazione del bene bisogna poi aggiungere l’ IVA (20%) e i diritti di commissione (pari al 10%).

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).