Aumenti Prodotti Elettronici? Ringraziamo il Governo del Fare


Nessuno se n’è ancora accorto ma senza dare nell’occhio e senza tanto clamore è stata approvata il 30 dicembre 2009 una nuova legge discriminante per tutti gli utenti di Internet e non che utilizzano Pc, Hard-disk, Lettori MP3 ,CD, DVD e tutta una serie di prodotti elettronici che utilizziamo quotidianamente. Chi ha approvato questa legge? Il ministro dei Beni Culturali, […]

Leggi Articolo

Regalo di Natale alla SIAE dal governo italiano, pagato da noi


Il video che vedete sopra è un’intervista fatta da AltroConsumo sull’uso dei cellulari in Italia. Tutti noi usiamo il cellulare solo per chiamate e messaggi. Oltre il 90% di chi acquista smartphone come iPhone o Nokia N97, giusto per citarne un paio, non lo utilizza altre funzioni, se non nei primi giorni dopo l’acquisto.

Leggi Articolo

Uccidiamo Berlusconi non viola le regole di Facebook


Il Gruppo Facebook “Uccidiamo Berlusconi” adesso si chiama “Uccidiamo politicamente Berlusconi. Ieri, in serata, dopo la richiesta da parte del ministro dell’Interno Roberto Maroni di chiudere immediatamente il Gruppo, è arrivato un comunicato dagli Stati Uniti.

Leggi Articolo

Vale la pena essere informati: cosa ci raccontano i Telegiornali?


Il video dell’intervento di Beppe Grillo al senato:

Leggi Articolo

OT: Come riprendersi un po’ di soldi pagati ingiustamente


Nella mia navigazione del weekend, mi occupo meno di informatica e più di notizie politiche ecc ecc… Lo sapevate di poter richiedere la restituzione dell’iva applicata sulla tassa dei rifiuti?? Andate a prendere subito le vostre bollette, se è stata applicata l’IVA (fissata al 10%) sulla voce “Raccolta e smaltimento rifiuti”, potete richiederne il RIMBORSO IMMEDIATO!! Questo succede perchè la […]

Leggi Articolo

12 Marzo: Giornata mondiale contro la censura. Lo sapevate?


Un tempo si parlava di censura solo a Cuba, Cina, Corea del Nord, Iran… Oggi invece la censura è iniziata ad espandersi e ad arrivare alle “democrazie”. Il sito di Reporters Sans Frontières (RSF), riporta tra i paesi che sono sotto la cybercensura anche l’Australia. Com’è potuta arrivare? Semplice: si è partiti con i soliti pretesti, quali pedopornografia, diffamazione e […]

Leggi Articolo