buzzoole code

PeerGuardian 2 – Lontani da occhi indiscreti

PG2_logoSempre più sono i server spia che affollano emule, oppure i torrent fasulli… noi ci connettiamo a loro (a nostra insaputa) e zac! rischiamo di vederci recapitare a casa multe e quant’altro.

Per risolvere questo problema, c’è un piccolo programma gratuito, PeerGuardian, che è un filtro IP: blocca le connessioni che partono dal nostro PC e che vanno a finire da alcune organizzazioni che potrebbero voler identificare gli utenti, mentre usano internet o il peer-to-peer (emule, bit torrent per intenderci).

Come funziona

Diciamo innanzitutto che è un programma molto efficiente: non usa mai più dell’1% di CPU sulla maggior parte dei sistemi.

Da Windows 2000 in poi, quindi XP e Vista, PeerGuardian 2 blocca a livello kernel, agendo contro ogni protocollo usato nel sistema windows.
Sui sistemi più vecchi, quali Windows 98 o Me blocca solo il TCP, inquanto per motivi tecnici, il blocco a livello kernel non è possibile in questi sistemi, pur mantenendo le stesse performance della versione per Windows 2000/XP/Vista.
Quali indirizzi IP blocca? PeerGuardian 2 blocca gli indirizzi forniti da blocklist.org.

Blocklist.org è un sito web pensato per consentire agli utenti di gestire in modo interattivo e bloccare gli indirizzi IP di alcune organizzazioni e aziende. Fondato nel tardo 2004 da methlabs.org, vuole essere una database indipendente dalla piattaforma che usa formati aperti.

Passiamo alla pratica

Preparare il Computer

Per prima cosa dovete assicurarvi che ogni altra applicazione di blocco IP simile a PeerGuardian venga rimossa o disabilitata. McAfee Personal Firewall e Blackice Firewall, sono noti per non “tollerare”. Vanno quindi rimossi (se presenti nel vostro computer) prima di procedere con l’installazione.

Scarica PeerGuardian 2

Ora dobbiamo scaricare PeerGuardian 2:

  1. Dopo un rapido download da qui , il file verrà memorizzato sul vostro computer. Se scegliete di ‘Aprire’ il file partirà il processo di installazione. Altrimenti andate nella cartella dove avete memorizzato il file e fate doppio click su di esso.
  2. Una volta scelto e cliccato sul file corretto, verrete indirizzati ad un’altra pagina. Qui dovrete selezionare un mirror da cui scaricare il file. Scegliete semplicemente quello che si trova nel continente più vicino e cliccate sul link “download”
  3. Inizierà il processo di installazione.

Installazione

Niente è più facile come installare questo programma: facciamo doppio click sul file appena scaricato, e partirà il processo guidato d’installazione.

Eseguire PeerGuardian 2 per la prima volta – configurazione

Quando avviamo per la prima volta PeerGuardian 2, vi verrà presentato un piccolo Wizard che ci aiuterà nel processo di configurazione.

  • Cliccate next sulla prima schermata
  • Ora vi verrà mostrata una finestra, dove dobbiamo selezionare l’elenco da usare. L’elenco minimo indispensabile che consiglio di usare è “P2P”, tuttavia è raccomandato selezionarli tutti tranne “Education”.

Gli elenchi sono divisi nelle seguenti categorie:

  • P2P: Gli indirizzi di corporazioni e organizzazioni che scansionano o monitorano le reti peer-to-peer.
  • Ads: Agenzie pubblicitarie.
  • Spyware: Compagnie che distribuiscono pubblicità o spyware come Cydoor o Gator.
  • Government: Indirizzi governativi, inclusi quelli della polizia di tutti il mondo. Non si è mai abbastanza prudenti.
  • Education Gli indirizzi di istituzioni educative.

Dopo aver selezionato i vostri elenchi, cliccate next per continuare.

Gli “Automatic Updates” (Aggiornamenti Automatici) sono molto importanti; siete pregati di selezionare quanto spesso volete aggiornare PG2: potete aggiornare il programma e/o gli elenchi, selezionate quindi next per continuare l’installazione.

Scegliete come frequenza di aggiornamento minima almeno una settimana, tuttavia, una frequenza superiore terrà gli elenchi di IP meglio aggiornati, e la verifica di nuove versioni del programma vi consentirà di non perdere mai una versione di PeerGuardian 2.

Per l’ottimizzazione, ci sono due box che potete selezionare:

  • Normal: Conserverà l’individualità dei nomi dei range
  • Aggressive: permetterà di fondere i nomi di range per ottenere le migliori prestazioni.

Per esempio, aggressive unirà questi range:

  • foo:192.168.1.1-192.168.1.128
  • bar:192.168.1.129-192.168.1.255

In questo:

  • foo:192.168.1.1-192.168.1.255

Se non avete problemi ad avere range compressi come quelli sopra, risparmierete l’uso della memoria.
Ora tutto è completo
A questo punto basta far click su next per terminare la configurazione!

Primo aggiornamento

Questa è una prima introduzione al processo di aggiornamento. Verrà mostrata una finestra mentre il programma scarica e configura gli elenchi che sono necessari per un corretto funzionamento. Quando il download degli elenchi è completo potete cliccare su Close

Quando cliccate su ‘close’ si avvierà una finestra pop up. Dopo aver generato la cache dell’elenco, verrà avviato PeerGuardian 2.
È tutto. Adesso non ci rimane altro che usarlo!

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).