Guida Operativa a Latex in Ubuntu


Latex logoSe ancora non lo conoscete, bé, forse è il caso di colmare la lacuna.
I documenti in Latex sono standard per ricercatori e per partecipare a conferenze scientifiche.
Un certo numero di sviluppatori invia il proprio curriculum in Latex, inoltre i documenti Latex sono compilati in PDF, standard “de facto“.

Se siete arrivati a questo articolo probabilmente è perché queste cose le sapete già e volete solo Latex nella vostra macchina. La prima cosa da fare è procurarsi Latex.
Il mio consiglio è quello di usare una distribuzione DVD in quanto la scaricate una volta ed è fatta, la potete riusare su più macchine, Linux, Windows o MacOS.

Per scaricarla potete seguire questo link che vi porta al mirror del CTAN e che vi reindirizzerà al mirror più appropriato in base alla vostra posizione geografica. Mettete un segnalibro a questa pagina per proseguire una volta terminato il download!

Installazione

Una volta scaricato il DVD non dobbiamo far altro che montarlo e lanciare questo comando dopo esserci portati nella posizione del DVD:

cd /media/mimo/TeXLive2012
sudo ./install-tl --gui=text

quindi dovremo aspettare un po di tempo che l’operazione si concluda, in genere bastano pochi minuti.

Finalizzare l’installazione

Una volta che l’installazione con il comando sopra è completa, dobbiamo “dire” al sistema operativo dove si trova, per farlo serve un link simbolico; quindi:

sudo ln -s /usr/local/texlive/2012/bin/* /opt/texbin

e successivamente dobbiamo aggiungere al nostro environment PATH /opt/texbin:, l’environment path si trova sotto: /etc/environment quindi può essere modificato con il vostro text editor preferito, come Sublime Text, Gedit o il semplice nano.

A questo punto dovete fare il login e logout per fare in modo che le modifiche siano ricaricate dal sistema operativo e quindi da terminale lanciate:

which texsudo

che dovrebbe restituirvi:

/opt/texbin/tex

ad indicare che il SO ha correttamente caricato il nuovo path.

Completiamo l’installazione

Per fare in modo che TexLive funzioni a dovere, dovete far credere ad Ubuntu che avete installato TexLive. Per farlo ci serviremo di equivs che serve per sostituire i pacchetti di default.

Lanciamo:

sudo apt-get install equivs --no-install-recommends
mkdir /tmp/tl-equivs
cd /tmp/tl-equivs
equivs-control texlive-local
gedit texlive-local

Prendiamo da qui il contenuto da mettere in texlive-local.
L’unica cosa da cambiare sarà l’anno, dove metteremo 2012.

Adesso possiamo fare la build del pacchetto ed installarlo:

equivs-build texlive-local
sudo dpkg -i texlive-local_2012-1_all.deb

Installiamo i font

Siamo quasi arrivati alla fine, è solo rimasto di installare i font.

sudo cp $(kpsewhich -var-value TEXMFSYSVAR)/fonts/conf/texlive-fontconfig.conf /etc/fonts/conf.d/09-texlive.conf
sudo gedit /etc/fonts/conf.d/09-texlive.conf

E dal file 09-texlive.conf rimuoviamo la linea:

<dir>/usr/local/texlive/2012/texmf-dist/fonts/type1</dir>

ed infine non ci rimane che ricostruire la cache dei font, lanciando il commando:

sudo fc-cache -fsv

Aggiorniamo il bash.bashrc e manpath.config

Apriamo il file bah.bashrc con il nostro editor di testo preferito:

sudo gedit /etc/bash.bashrc

Ed aggiungiamo alla fine del file le linee:

MANPATH=$MANPATH:/usr/local/texlive/2012/texmf/doc/man
export MANPATH
INFOPATH=$INFOPATH:/usr/local/texlive/2012/texmf/doc/info
export INFOPATH
PATH=$PATH:/usr/local/texlive/2012/bin/x86_64-linux
export PATH

Quindi è il momento di modificare il manpath.config:

sudo gedit /etc/manpath.config

Alla fine della sezione contrassegnata da:

# set up PATH to MANPATH mapping
# ie. what man tree holds man pages for what binary directory.

aggiungiamo le seguenti linee:

MANPATH_MAP /usr/local/texlive/2012/bin/x86_64-linux /usr/local/texlive/2012/texmf/doc/man

Ora Latex è pronto ad essere utilizzato :)


Lascia un commento!