buzzoole code

Guida Completa Ubuntu 9.10 – I pannelli di Gnome

Il desktop di Gnome si presenta con due barre: una superiore ed una inferiore. Ogni barra è in grado di ospitare delle applicazioni chiamate “applet”, quindi, ogni elemento all’interno di una barra è una applet (che sia orologio, icona, menu).

Quella superiore contiene:

Barra Superiore ubuntu 9.10

  • Applicazioni – Contiene la lista di tutte le applicazioni installate catalogate per genere.
  • Risorse – Mostra le nostre cartelle preferite, la home, i supporti di memorizzazione esterni e le risorse di rete.
  • Sistema – Questo menu serve a configurare tutto il nostro sistema (vedremo nei prossimi articoli)
  • System Tray – Come in windows abbiamo le icone per i programmi che non “vogliono” stare insieme alle altre nella lista delle finestre;
  • Orologio – -.-
  • User Switch Applet – Serve per effettuare il logout, riavviare, spengere, ibernare, sospendere il nostro computer…come START -> SPEGNI COMPUTER di Windows, per intenderci;

Quella inferiore invece contiente:

Barra Inferiore Ubuntu 9.10

  • Barra delle finestre – Con la lista di tutte le finestre aperte o minimizzate;
  • Selettore di Workspace – in Gnome è possibile creare infiniti desktop, questa “Applet” ci permette di selezionare quale desktop vogliamo visualizzare
  • Cestino – -.- ;

Ovviamente è possibile aggiungere, rimuovere, spostare e bloccare le applet. Cosa significa bloccare?Significa che nessuna applet può spostare una applet bloccata, nè può scavalcarla in alcun modo…nè tantomeno può essere mossa dal mouse. Di default tutte le applet sono bloccate quindi, per esempio, se vogliamo spostare il bottone “Mostra desktop” alla sinistra del selettore di workspace:

  1. Click destro su “Mostra Desktop” e togliere la spunta “Blocca sul pannello”;
  2. Click destro sulla barra delle finestre (è invisibile, ma si trova subito alla destra del bottone “Mostra Desktop”) e ancora togliere la spunta “Blocca sul pannello”;
  3. Trascinare con il pulsante sinistro del mouse l’applet “Mostra Desktop” fino ad affiancarla al Selettore di workspace;
  4. Riblocchiamo entrambe le applet per evitare di spostarle accidentalmente;

Per aggiungere una nuova applet è necessario fare click destro su uno dei due pannelli e schiacciare su “Aggiungi al Pannello” e ci verrà mostrata una lista di Applet; tra le più interessanti:

  • Lanciatore Applicazione: un’icona che, al click, lancerà un’applicazione definita dall’utente (non consiglio, per ora, di utilizzare quello personalizzato);
  • Applet Inibizione: disabilita il risparmio energetico evitando che il computer vada in standby;
  • Applet Luminosità: regola la luminosità del display;
  • Area Di Notifica: il system tray;
  • Arresta: un’ottima alternativa alla “User Switch Applet” vista prima;
  • Barra dei Menu: il menu “Applicazioni | Risorse | Sistema”;
  • Menu Principale: è un menu in stile “Start” di windows. Come funzionalità è uguale alla Barra dei Menu, cambia solo l’aspetto.
  • Uscita Forzata: credo che senza questa applet non si possa sopravvivere :P .Basta cliccare su questa icona e poi su una finestra per “terminare” forzatamente il programma in esecuzione. Utilissimo quando qualcosa “si blocca” e non ne vuole che sapere di schiordarsi!!!

Come ho già detto precedentemente: leggere questa guida non vi farà diventare dei guru Linux.

Per cominciare a capirne qualcosa è necessario SMANETTARE: provate ad una ad una tutte le altre applet e scoprite a cosa servono, cercate su google, cancellate, eliminate, spostate. Dovete creare uno spazio di lavoro confortevole… la creazione non deve essere guidata da “abitudini”, ma dalla produttività che ne consegue dal suo utilizzo.

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).