buzzoole code

Google Segue la Moda e Cambia Look

Dopo svariati anni, il motore di ricerca più utilizzato al mondo decide di cambiare faccia e si prepara ad un nuovo restyling.
Fino ad ora i cambiamenti sono stati minimali alla vista, ma consistenti “sotto il cofano”.
Adesso l’obiettivo è quello dare all’utente un metodo di ricerca più intelligente, semplice e, soprattutto, mirato.

L’autocompletamento era già stato introdotto da tempo, poi è stato migliorato grazie all’integrazione con Chrome e adesso è proprio il campo di ricerca che si migliora adottando le soluzioni scelte per Chrome. Insomma, un perfetto circolo virtuoso.

Il nuovo colore di base scelto da google è il blu; tutto ciò che conta nella pagina è formattato in grassetto (ad esempio il testo da ricercare).
I risultati della ricerca sono organizzati come se stessimo utilizzando un Browser nel Browser, ma andiamo a commentare la mia prima ricerca: la parola utilizzata è stata Ubuntu, e subito vediamo un’esplosione di novità!

newgoogle

La barra di ricerca è sempre in alto, ma molto più larga, con un tocco in più di blu (ricorda le url-bar di un browser), mentre i banner ad-sense come sempre sono sulla parte destra dei risultati.

Adesso cominciano le novità un po’ più importanti.

Come primo risultato della nostra ricerca avremo un link che punta alle pagine ricercate di recente che fa uso del sistema di caching del browser utilizzato.
Quante volte abbiamo effettuato la stessa ricerca per ritornare ad una pagina visitata in precedenza?
Ecco, così come il browser ha una finestra di cronologia, così anche Google ci fornisce un semplice link per accedere alla cronologia ricerche.

Molte volte i siti hanno integrato un sistema di ricerca Google, oppure, per i grandi portali, si fa spesso uso di un motore di ricerca integrato.
Google Search ci permette adesso, direttamente dalla pagina dei risultati, di cercare all’interno dei siti che utilizzano a loro volta di motori di ricerca.

Quante volte è capitato di effettuare delle ricerche un po’ “generiche” portando google a fornirci delle pagine inutili?
Il sistema migliore per raffinare la ricerca era un piccolo link con scritto “Ricerca Avanzata”.
La pagina ci mostrava un form da completare, insomma si perdeva più tempo a raffinare la ricerca che sfogliare i risultati pagina per pagina.

Adesso tutto ci viene “a portata di mano”: possiamo filtrare i nostri risultati scegliendo di ricercare tra i giornali (google news), oppure tra i blogs, video, immagini, libri, shopping, forum…e non solo: esiste anche un nuovo sistema di “tagging”, quindi ci vengono fornite anche dei suggerimenti per altre parole chiavi da utilizzare. Infine è possibile filtrare le pagine a seconda della loro data di pubblicazione/aggiornamento.

Come provare la nuova homepage di Google

Effettivamente è un po’ macchinoso, ma per chi se la sente ecco come fare:

  • Andare sulla home page di google ( www.google.com );
  • Click su “Google.com in English”
  • Inserite nella barra degli indirizzi il seguente codice (e schiacciate invio):javascript:void(document.cookie=”PREF=ID=20b6e4c2f44943bb:U=4bf292d46faad806:TM=1249677602:LM=1257919388:S=odm0Ys-53ZueXfZG;path=/; domain=.google.com”);
  • Andate ancora una volta su www.google.com
  • Schiacciate ancora una volta su “Google.com in English”;
  • Date il via alle vostre ricerche :D
Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).