buzzoole code

Come Fotografare un Arcobaleno

Chi segue il mio Blog da tempo, sa che una delle mie principali passioni è la fotografia; anche se ultimamente non scrivo molti articoli a riguardo.
Oggi però vorrei proporvi un bell’articolo sul come “fotografare gli arcobaleni”.
Come Fotografare un arcobalenoUn arcobaleno è qualcosa che ti lascia senza fiato…. ti blocca e ti lascia senza parole… ma come fare per fotografarne uno? (Della serie “Quando serve non c’è mai).

Trovare l’arcobaleno

Credo che questa sia la parte più difficile da fare, dobbiamo cercare arcobaleni quando si hanno due elementi: che siano formati dal riflesso delle goccioline d’acqua e di luce solare.
Sono condizioni comuni quando una tempesta si avvicina oppure siamo intorno a cascate, sprinkler (impianti di irrigazione) o fontane.

Lo sfondo

Quando fotografiamo un arcobaleno, dobbiamo far attenzione allo sfondo: idealmente se il soggetto della foto è il nostro arcobaleno, allora ci servirà avere qualcosa che lo risalti il più possibile.
Dobbiamo allora trovare sfondi neutri, che non hanno colori scuri, come montagne, nuvoloni… .

Non sempre è possibile cambiare lo sfondo, ma possiamo spostarci con la macchina in modo da trovare la miglior angolazione possibile, oppure potremmo concentrarci solo su una piccola porzione del nostro soggetto.

Come Fotografare un Arcobaleno - Marche

La composizione

L’arcobaleno in se è già una bella cosa, che fa risaltare gli altri oggetti che compongono la nostra inquadratura , quindi posizioniamoci in modo che l’arcobaleno faccia risaltare gli altri oggetti.

Vediamo a quali aspetti dobbiamo far attenzione:

Posizionamento

La posizione dell’arcobaleno e del paesaggio, nello scatto è importante.
La regola dei terzi potrebbe essere utile (La regola di terzi è una regola di composizione della foto empirica, usata anche nella pittura. Questa regola prevede che l’immagine può essere suddivisa in nove parti uguali: due linee orizzontali e due linee verticali. I quattro punti formata dalle intersezioni di queste linee può essere utilizzato per allineare le caratteristiche della fotografia. I fautori di questa tecnica sostengono che una fotografia allineata con questi punti crea più tensione, di energia e di interesse per la foto che semplicemente la funzione di centraggio).

La fine dell’arco

È naturale, che quando guardiamo una foto con un arcobaleno, cerchiamo dove termina, e quindi potremmo pensare di fotografare questa zona piuttosto che una centrale.

Angolo di zoom o prospettiva

Possiamo provare a fare varie zoomate, se avete un buono zoom (io uso un 30-420mm), andando così a verificare qual’è l’inquadratura migliore. A volte, uno zoom tutto a destra sull’arcobaleno, porta a risultati spettacolari.

Il primo piano

Considerate, nello scatto, non solo lo sfondo del vostro arcobaleno – ma anche il primo piano.Questi possono aggiungere interesse alla foto, ma anche portare l’occhio verso i punti focali.
Potete anche considerare di eliminare eventuali “distrazioni” dal primo piano

Arcobaleni multipli

Tenete presente che, quando c’è un arcobaleno, non c’è spesso un secondo.
Se vi capita (beati voi!) metteteceli tutti e due, sicuramente renderà la foto ancora più interessante.

Filtro polarizzante

Se avete più soldi di me (probabile dato che sono solo un povero studente), magari allora avete anche un filtro polarizzante.
Potete sbizzarrirvi a ruotarlo e vedere come varia la saturazione della luce, poi, al limite modificarli con Gimp o photoshop (usando i livelli naturalmente!)

Poi, ovviamente valgono i soliti consigli, che ogni buon fotografo conosce: provate a regolare l’apertura del diaframma, usate un treppiede….. poi si sa… chi più ne ha (di fantasia) meglio scatta!

Questo Blog è Indipendente e Supportato Solamente dai suoi Lettori.
Se vuoi sostenerlo, Condivi il Post sui Social Network:
Aggiungi il nostro sito alla Whitelist di Adblock Plus
e magari Fai Anche un Acquisto su Amazon partendo da Qui
(a te non costa nulla!).